L’Associazione, ispirandosi ai principi dell’animalismo,

si prefigge come scopo principale di operare concretamente in difesa degli animali e dei loro diritti,

di sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere una cultura del rispetto che riconosca gli animali come soggetti di diritti.

L’ASSOCIAZIONE, PER LA REALIZZAZIONE DELLO SCOPO PREFISSO, SI PROPONE DI

  • Sostenere, difendere e promuovere i diritti degli animali.

  • Battersi contro ogni forma di maltrattamento e scarsa sensibilità verso gli animali; contro lo sfruttamento, la violenza, contro la privazione del diritto di essere rispettato nei propri sentimenti e la privazione del diritto di vita; contro il maltrattamento di ogni tipo, compiuto dai legittimi proprietari o dai detentori o gestori di canili siano essi pubblici o privati.

  • Tutelare e favorire migliori condizioni di vita per animali selvatici, animali in cattività, animali ammaestrati, animali domestici.

  • Promuovere l’adozione/affidamento responsabile e consapevole di animali randagi, abbandonati, sequestrati oppure ospiti di strutture pubbliche o private.

  • Combattere il randagismo principalmente tramite la sterilizzazione e l’informazione dei cittadini.

  • Provvedere al censimento delle colonie feline, alla sterilizzazione dei gatti e il loro mantenimento in buone condizioni di vita, in accordo con gli enti locali.

  • Combattere le pratiche di vivisezione.

  • Promuovere la costituzione e/o la ristrutturazione di strutture per l’ospitalità e la detenzione di animali, adeguate e rispettose delle esigenze di specie e al benessere animale, con particolare attenzione a canili e gattili pubblici o privati.

  • Provvedere alla protezione degli animali anche con interventi diretti di natura sanitaria, eventualmente in collaborazione con strutture pubbliche.

  • Promuovere la cultura alimentare vegetariana, intendendo con ciò una cucina NON basata sul sacrificio di alcun animale di terra, acqua e cielo.

  • Scoraggiare dall’acquisto di animali domestici presso negozi al fine di limitare l’importazione di cuccioli dai paesi dell’est e la loro detenzione in condizioni poco consone al benessere animale. Scoraggiare da chi vende un animale di razza senza pedigree o con un notevole rincaro, perchè un allevatore serio lo considera parte integrante del prezzo dell’animale. Inoltre per la legislazione italiana la vendita di “animali di razza senza pedigree” rientra nel reato di truffa ed è vietata secondo il Decreto Legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992. Incoraggiare invece ad acquistare l’animale presso allevatori seri e qualificati, meglio ancora se con affisso ENCI.

  • Sensibilizzare all’adozione di animali domestici da canili/gattili ed i rifugi pubblici o privati tramite la promozione delle adozioni dei presenti.

  • Promuovere la cultura ambientalista ed ecologica, assumendo anche opportune iniziative in collaborazione con altre Associazioni e con altri Enti ed Organismi pubblici e privati.

  • Di pubblicazioni e di spazi informativi su testate giornalistiche, reti televisive e multimediali per sensibilizzare l’opinione pubblica alle iniziative associative.

Tutte le attività non conformi agli scopi sociali sono espressamente vietate.
Le attività dell’associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona.